La “Clinique vétérinaire”

La grande tela, due metri per tre metri, fu dipinta da Emile Seeldrayers (1847-1933) tra il 1884 ed il 1886. Nel 1893 fu esposta all’Esposizione delle Belle Arti, Commercio ed Industria di Anderlecht (Belgio). Alla conclusione della rassegna il dipinto fu acquisito dal Comune di Anderlecht. Nel 1961 fu donato alla Scuola Veterinaria Cureghem (Bruxelles), in occasione delle celebrazioni per il 125° anniversario della fondazione, che la collocò all’interno della sala riunioni della Scuola. In seguito, nel 1992, stante la fusione della Scuola Veterinaria di Cureghem con quella di Liegi, fu spostata al campus di Sart Tilman, in prossimità di Liegi, dove si trova tuttora. La tradizione orale vuole che la tela raffiguri una scena all’interno dei vecchi locali della Scuola. Oltre al pubblico, sono presenti alcuni cavalli, una forgia a disposizione degli studenti. Sulla destra è chiaramente visibile un professore, con la mano sinistra sollevata e l’indice teso, intento ad impartire la lezione su un cavallo. Dovrebbe trattarsi del prof. Lambert Hendrickx, abbigliato come si usava all’epoca con la tuba sul capo ed una fluente barba. Sulla sinistra della scena, si osserva un signore con la bombetta il cui cappotto ha il collo ricoperto di pelliccia: si tratterebbe del sig. Georges Moreau borgomastro di Anderlecht dal 1884 al 1919. Al centro del quadro la sig.ra Moreau, con un cagnolino in braccio, e due ragazze. Il dipinto ha acquisito grande notorietà nel momento in cui è stato riprodotto nella sovraccoperta del testo “Veterinary Medicine: An Illustrated History” di R. Dunlop e D. Williams.

Da [Georges Mees, La “Clinique vétérinaire” d’Emile Seeldrayers. Historia Medicinae Veterinariae, 2003, 28:3, 99-108].

La “Clinique vétérinaire” d’Emile Seeldrayers
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: